11 Kudos
Don't
move!

Le nuove tendenze nel Layout degli uffici

Le aziende che producono mobili per ufficio devono modificare l'offerta per adeguarla alle nuove modalità di lavoro....

BRODY STEELCASE


Clicca per vedere

Quest’anno l’evento predisposto da Federlegno nel Workplace 3.0 è stata “La Passeggiata” di Michele De Lucchi.

Per Michele De Lucchi ‘La tecnologia ha cambiato tutto, lasciando l’uomo più libero di organizzarsi come desidera e permette di lavorare ovunque, a casa, in treno o magari all’aria aperta in un parco‘.
Per questo è importante ‘Pensare all’ambiente di lavoro come una palestra attrezzata per allenare la mente, facendolo diventare uno spazio in cui le relazioni generino nuove idee e possibilità. L’ufficio del futuro va pensato immaginandosi uno stile di vita svincolato dalle convenzioni, un ambiente sempre diverso creatore continuo di novità‘.
Per Davide Angeli l’Ufficio deve essere uno spazio flessibile, una piattaforma di comunicazione formata da zone in cui relazionarsi e da aree più intime, delle micro-architetture, piccoli abitacoli in cui entrare e uscire liberamente e dove rifugiarsi per lavorare indisturbati.
L’ufficio di nuova generazione è un ambiente dove si può declinare l’attività lavorativa in modi non convenzionali ed impensabili fino a poco tempo fa: essere da soli o insieme agli altri, fare una conversazione telefonica individuale, oppure riunioni collettive, scegliere se stare nella zona chiusa, semichiusa o aperta; su un pouf, una seduta più formale, oppure rilassati sul divano».
La passeggiata segue altre interessanti eventi che si sono avvicendati negli anni e che mi piace ricordare, perché testimoniano la sensibilità di Federlegno verso i temi del cambiamento:
• Comfort & Technology (2002)
• Work & Emotion (2004),
• Wellness@Work (2006)
• Ufficio Fabbrica Creativa (2008 e 2011),
• “Progetto: ufficio da abitare”, l’evento dei Saloni 2013, firmato dal Premio Pritzker 2008 Jean Nouvel
I temi del comfort, dell’emozione, del benessere, della creatività, della consumerizzazione sono stati affrontati e analizzati con intelligenza.

I valori dell’ufficio
Le premesse indicano chiaramente come le funzioni e i valori che circondano l’arredo per ufficio siano cambiati in modo sostanziale, mettendo in primo piano il miglioramento del comfort e delle condizioni che consentono alle persone di lavorare meglio e di essere più creative, in un clima di collaborazione e di condivisione, utilizzando in modo più ergonomico le tecnologie a nostra disposizione.
Dalle statistiche raccolte dalla Condeco, società che noleggia mobili per ufficio, emerge che la maggior parte delle aziende credono di utilizzare il 60-70 per cento dei propri spazi lavorativi, invece ne utilizzano il 38 per cento; 3 dipendenti su 5 si sentono produttivi anche senza lavorare in ufficio; in media le scrivanie rimangono non occupate il 62 per cento del tempo; e il 61 per cento dei “professionisti” passano già parte dell’orario di lavoro fuori dall’ufficio.
Per questo motivo, In una ipotetica classifica di valori che devono informare il progettista nella realizzazione di un ufficio contemporaneo, metterei al primo posto il Layout, inteso la capacità di pensare all’ufficio tenendo conto non solo dei fattori architettonici ed estetici, ma anche di quelli legati alla persona, intesa come risorsa dell’azienda, attraverso un’analisi psicologica e sociologica che la metta al centro dell’organizzazione. .
Gli altri elementi che concorrono a realizzare un luogo di lavoro ideale sono il Microclima, l’Acustica, l’Illuminazione, le Sedute, i Tavoli, l’Archiviazione.

LE NUOVE TIPOLOGIE DI SPAZI NEGLI UFFICI 2.0
Inoltre andrei a sostituire la tradizionale classificazione degli arredi (Direzionale, Operativo, Sale riunioni, Reception) con una molto più articolata organizzazione degli spazi:
Room Types
• Open Offices – Uffici aperti

OPEN SPACES
• Private Offices – Uffici Privati

UFFICI PRIVATI
• Phone Booths and Quiet Spaces – Cabine telefoniche e Spazi silenziosi

CABINE TELEFONICHE
• Work Lounges – Lounges per il lavoro

WORK LOUNGES
• Meeting Rooms (Small) – Piccole sale riunione

PICCOLE SALE RIUNIONI
• Meeting Rooms (Large) – Sale riunione grandi

SALE RIUNIONI GRANDI
• Open Meeting Spaces (Small) – Piccoli spazi aperti per riunione

PICCOLI SPAZI APERTI PER RIUNIONE
• Open Meeting Spaces (Large) – Grandi spazi aperti per riunione

GRANDI SPAZI APERTI PER RIUNIONE
• Breakout Spaces – Spazi Break

SPAZI BREAK
• Brainstorm Rooms – Camere per il brainstorming

AREE PER IL BRAINSTORMING
• Receptions and Lobbies – Reception ed ingressi

RECEPTION
• Cafeterias – Caffetterie

CAFFETTERIE
• Pantries – Dispense e Cucine

SPAZI PER LA PREPARAZIONE DEL CIBO
• Assembly Rooms – Sale Conferenza

SALE CONFERENZA
• Game Rooms – Sale per il gioco

SALE GIOCO
• Libraries – Biblioteche

SALE LETTURA
• Locker Areas – Aree per gli armadietti personali

AREE PER GLI OGGETTI PERSONALI

La necessità di aggiornare l’offerta
Alla luce di quanto detto è evidente che le Aziende devono modificare la propria offerta per adeguarla alle nuove necessità.
E’ necessario offrire sistemi di arredo che rispondano alle nuove tipologie descritte: non solo scrivanie e sedute, ma anche divani, arredamenti per le aree break, per le aree silenziose, come cucine e dispense.
La distinzione tra Ufficio, Casa e Contract si sta sgretolando ed i prodotti dovrebbero essere pensati fin dal momento della progettazione per poter essere utilizzati in vari contesti.
Le soluzioni non sono negli oggetti, ma nel loro uso , nella loro disposizione e il contesto in cui vengono inseriti è determinante per la loro valorizzazione. E’ necessario uno Story-telling, una narrazione intorno ai prodotti che li faccia diventare vivi, al servizio dell’uomo, dell’uomo dei nostri tempi che è alla ricerca di nuove modalità organizzative.